Sulle orme dei pirati: Ischia, “Andar per sentieri” al via tra canti e leggende

0
30 Visite

Sulle orme dei pirati: Ischia, “Andar per sentieri” al via tra canti e leggende
Venerdì 26 da Serrara a Sant’Angelo rievocando Mer’ Sarak: la musica accompagna fino al mare, prevista degustazione alle Fumarole. In programma percorsi per tutti i gusti: è già boom di prenotazioni

Leggende e canti popolari, la natura e le eccellenze enogastronomiche, la cui cottura si intreccia con le caratteristiche del ventre rovente dell’isola: la settima edizione di “Andar per sentieri”, a Ischia, parte con uno dei percorsi più attesi, il Sentiero dei Pirati. Appuntamento venerdì 26 aprile per una partenza col botto: la manifestazione – organizzata da Pro Loco Panza, Cai e associazione Nemo per la diffusione della cultura del mare – proseguirà poi fino alla festa finale del 1 maggio, proponendo percorsi quotidiani in grado di raccontare al meglio biodiversità e geodiversità dell’isola d’Ischia. Da scoprire rigorosamente a piedi.
Quattro chilometri di percorso con partenza dal belvedere di Serrara Fontana caratterizzando il Sentiero dei Pirati, animato da canti della tradizione popolare e dalla narrazione di alcune delle leggende legate visceralmente alle incursioni dei pirati moreschi, tra cui quella del capitano fenicio Sarak e di Marirosa, la bellissima figlia di un principe orientale, ambientata nella parte alta del borgo di Sant’Angelo, già chiamata Mer’ Sarak. Echi e suggestioni, da rivivere passeggiando attraverso i gradoni che collegano Serrara a Sant’Angelo. E di qui, in barca, prima nella baia di Sorgeto, testimone dell’attività vulcanica del sottosuolo isolano, e poi – a piedi scalzi – verso Fumarole, dove la sabbia arriva a sfiorare temperature di circa 100°C e si effettuerà la degustazione di prodotti tipici cotti a vapore sotto la sabbia bollente. Un percorso con guide professioniste, in grado di raccontare al meglio le mille anime dell’isola verde.
A tutti gli eventi occorre prenotare (info 081 908436; 3345787963, 349 6125250; prolocopanza@libero.it, www.prolocopanzaischia.it; info anche sulla pagina Facebook “Andar per sentieri Ischia”). E quest’anno tutti i percorsi saranno impreziositi da soste in straordinarie cantine o aziende agricole, dove vino e tipicità concluderanno nel migliore dei modi passeggiate in natura dalla difficoltà variabile. Da non perdere, tra gli altri, il Sentiero dell’Anima, che torna percorribile grazie al ripristino del percorso di Piano Liguori, ma anche il viaggio nel bosco di Acacie della Falanga. Carichi di suggestione anche l’itinerario tra i vulcani dormienti a quello del tufo verde, icona geologica dell’isola. E ancora: il sentiero dei pascoli, che ripercorre le antiche transumanze, e quello dell’eremo, che conduce alla vetta dell’Epomeo.
Tra le novità di questa edizione, insieme alla collaborazione delle principali realtà vitivinicole dell’isola, anche le tappe nei Giardini Ravino e La Mortella. Per godere appieno dell’isola e della sua affascinante natura, da esplorare rigorosamente a piedi.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti