Processo Pip, concessi i domiciliari fuori regione all’imprenditore ed ex assessore Di Guida

0
1812

Processo Pip, il tribunale del Riesame ha concesso i domiciliari all’imprenditore edile ed ex assessore provinciale di Forza Italia Antonio Di Guida. L’esponente forzista, finito nel mirino della Dda di Napoli nell’aprile del 2017, era detenuto da tempo nel carcere di Matera. Il noto imprenditore maranese, che ha rivestito anche il ruolo di consigliere e assessore del comune della sua città, è ritenuto dagli inquirenti il referente imprenditoriale del clan Polverino. Di Guida è imputato anche in un altro processo, per un presunto reato di voto di scambio, per aver favorito l’ascesa elettorale (alle regionali del 2015) di Armando Cesaro, figlio del parlamentare forzista Luigi. Un’inchiesta giudiziaria che nasce parallelamente all’indagine sull’area Pip di Marano. Di Guida è sottoposto attualmente al regime dei domiciliari nel comune lucano di Matera.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti