Elezioni Europee, la Lega dice no a Sequino. L’ex coordinatore provinciale paga dazio per alcune scelte alle ultime amministrative

0
1201

La Lega di Salvini non candiderà alle elezioni europee del 26 maggio l’ex coordinatore provinciale Biagio Sequino, attuale responsabile regionale degli enti locali per il Carroccio. Matteo Salvini e Gianluca Cantalamessa hanno puntato su altri nomi. Capolista Matteo Salvini, a seguire Ilaria Antelmi, Daniela Calderano, Andrea Caroppo, Massimo Casanova, Giancarlo Cerrelli, Antonello D’Aloisio, Elisabetta De Blasis, Valentino Grant, Antonella Lella, Luigi Antonio Petroni, Francesca Porpiglia, Simona Sapignoli, Nadia Sgro, Vincenzo Sofo. Emma Staine, Aurelio Tommasetti, Lucia Vuolo.

La voce di un no a Sequino, già ridimensionato con la decisione di dirottarlo agli enti locali in luogo del coordinamento provinciale, circolava già da diversi giorni. Sequino, 28 enne ex consigliere di Calvizzano, pagherebbe dazio – secondo le voci di dentro al partito – anche per le scelte adottate in alcuni comuni della provincia, Marano, Qualiano e Quarto, alle ultime amministrative.

 

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti