Beni confiscati a Marano, inaugurata “Casa Donna Maria”. Il pm Di Mauro sollecita Visconti: “Accelerare le procedure per l’assegnazione delle strutture”

0
4196

E’ stato inaugurata poco fa, nel bene confiscato a un affiliato del clan Polverino, “Casa Donna Maria”, un centro d’accoglienza per ragazze madri gestito dall’associazione San Mattia. L’inaugurazione della struttura, confiscata nel 2012 e affidata dal Comune nel 2018, è avvenuta alla presenza di numerose autorità. Ad intervenire, tra gli altri, il pm della Dda di Napoli Maria Di Mauro, che ha sollecitato il sindaco Rodolfo Visconti ad accelerare le procedure per l’affidamento degli oltre 100 beni confiscati e già acquisiti dal comune di Marano. “Comprendiamo le difficoltà – ha spiegato il magistrato – ma se c’è la buona volontà si può superare ogni ostacolo”. “Le nostre porte sono aperte a tutte le associazioni che si faranno avanti”, ha risposto il primo cittadino di Marano. Presente al taglio del nastro il sottosegretario alle pari opportunità Vincenzo Spadafora. Presenti all’evento, inoltre, i vertici della Compagnia di Marano, il capitano Gabriele Lo Conte, il tenente Francesco Tessitore e il luogotenente Giuseppe Esposito. Si attende ora che dalle parole si passi ai fatti con la pubblicazione dei bandi per l’assegnazione dei numerosi beni sottratti alla camorra.

bene

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti