Dall’Austria le armi per la camorra: scoperto traffico internazionale, sedici arresti

0
424

Rifornivano di armi e artiglieria pesante diversi clan camorristici in Campania, i trafficanti del mercato nero che collegava Austria e Italia. Un traffico internazionale di armi per cui sono state emesse 16 ordinanze cautelari successive a fermi del pubblico ministero. I carabinieri del comando provinciale di Napoli durante indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, hanno dato esecuzione a un decreto di fermo d’indiziato di delitto emesso a carico di numerosi soggetti coinvolti a vario titolo in una massiccia e continuativa introduzione in Italia dall’Austria, di armi da fuoco di vario calibro, tra cui anche armi da guerra come Kalashnikov e Skorpion, destinate a rifornire diversi clan camorristici del territorio campano.

I militari hanno identificato numerosi acquirenti tra cui appartenenti alla criminalità organizzata campana. Durante le attività di indagine i carabinieri hanno decifrato linguaggi in codice e frasi simbolo utilizzate dai trafficanti per facilitare le comunicazioni e camuffare i traffici. Temendo di essere intercettati, infatti, sia i fornitori che i clienti avevano ideato un linguaggio in codice per riferirsi ad armi e munizioni che, a seconda del calibro o della tipologia, venivano accostate a un modello più o meno grande di autovettura, a un genere alimentare o a una pratica automobilistica.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti