Marano, le linee programmatiche della giunta Visconti. Per Albano e Liberi e forti: “Un elenco di temi imbarazzante. Nessuna spiegazione seria o approfondimenti”

0
1117

Il sindaco e la giunta hanno impiegato ben 100 giorni per presentare le fantomatiche linee programmatiche. In pratica si tratta di 10 pagina contenenti nulla di concreto. Si tratta di una bella favoletta, un libricino dei sogni, da raccontare alla città, ma di pratico c’è ben poco. Visconti scrive che vuole dare nuova linfa al Pip e al mercato ortofrutticolo, ma dimentica di dirci come. Sostiene che metterà in campo una politica contro ulteriore consumo di suolo, eppure la richiesta sulla lottizzazione C17 giace ancora nelle stanze comunali senza una chiara risposta negativa.

Parla dei Pics, soffermandosi a lungo su cosa sono e sulle differenze con il Più Europa, senza però specificare come li vuole utilizzare questi soldi, per fare cosa, quali progetti ha in mente. Racconta del valore dei palazzi storici della città, dell’importanza degli impianti sportivi, ma come voglia farli rivivere e soprattutto con quali soldi non è dato saperlo. Così come non si sa come vuole pagare il sistema di videosorveglianza in tutta la città o come vuole portare ai massimi livelli la raccolta differenziata, oggi sotto il 30 per cento.

Dice che diffonderà pratiche di compostaggio domestico, eppure ci sono ancora centinaia di compostiere (fornite dalla Regione) lasciate a marcire nell’isola ecologica. Poteva iniziare a distribuire quelle in questi 100 giorni, invece di fantasticare su una futura campagna di sensibilizzazione sull’ambiente. Stesso discorso per i trasporti, l’istruzione e l’ediliza scolastica. Non sappiamo come intende risanare le casse del comune, dato che sull’argomento sono dedicate esattamente 10 righe, si parla solo in senso generico di lotta all’evasione, anche qui chi la deve portare avanti questa lotta è un mistero. Come è un mistero come voglia riorganizzare la macchina comunale: ora che ben 20 persone hanno chiesto di andare in pensione con la quota 100, il sindaco si prende anche il lusso di inviare in Calabria come sovraordinato un responsabile dell’ufficio tecnico. Se avevamo il dubbio che quest’Amministrazione fosse incapace, ora siamo certi che siamo dinanzi a dei dilettanti completamente allo sbaraglio.

Comunicato stampa del consigliere comunale Pasquale Albano e dell’associazione politica Liberi e Forti
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti