Spaccio, rapine e abusi: tutti gli arresti della giornata a Napoli e provincia

0
30 Visite

Cardito: droga nei giardinetti. 2 uomini arrestati dai carabinieri: avevano nascosto la scorta di droga nei giardini pubblici e lì spacciavano. Eduardo cositore e alfredo palumbo, 37enni di secondigliano già noti alle forze dell’ordine, avevano nascosto 20 stecchette di hashish (143 grammi) in un contenitore per alimenti a sua volta occultato in un pozzetto elettrico e altre 8 stecchette in una scatola riposta sotto una panchina. sono stati però scoperti dai carabinieri della stazione di crispano che li hanno arrestati mentre recuperavano la droga e la spacciavano e hanno anche bloccato 3 acquirenti appena rifornitisi da loro. ai due spacciatori è stato sequestrato il ricavo dell’attività: a cositore 233 euro, oltre che una dose di sostanza, a palumbo 44 euro. i due dopo le formalità sono stati tradotti ai domiciliari.

Napoli, Barra: ditta stoccava illecitamente solventi per pulire ambienti e attrezzature sanitari, oli e grassi alimentari. carabinieri denunciano amministratore
i carabinieri del n.o.e. hanno effettuato verifiche in una ditta di napoli operante nel campo del trasporto e dello stoccaggio di rifiuti denunciando per gestione illecita di rifiuti l’amministratore unico, un 73enne di napoli. nella sede della ditta sono stati sottoposti a sequestro 500 litri di oli e grassi, scarti dell’industria alimentare, che l’azienda poteva solo trasportare, non stoccare. sequestrati anche 29 grandi sacchi di nylon contenenti circa 8 tonnellate di carte e pellicole fotografiche costituite anche da argento o composti dell’argento: erano stoccate in un capannone adiacente a quello principale, non coperto dall’autorizzazione allo stoccaggio. sequestrate in quel locale anche 13 taniche contenenti 325 litri di solventi provenienti dalla pulizia di ambienti e attrezzature sanitarie, sostanze quindi spesso venute in contatto con sostanza ematica.

Somma Vesuviana: carabinieri arrestano trio che aveva rapinato una donna. si erano barricati in casa ma i militari hanno sfondato la porta
i carabinieri della stazione di ottaviano hanno arrestato per rapina impropria a una donna tre complici già noti alle forze dell’ordine per reati contro la persona e il patrimonio: sono salvatore improta, 36enne, pasquale di maio, 39enne, entrambi di somma vesuviana e michele pignatiello, 39enne di sant’anastasia. a bordo di un’utilitaria in uso al primo hanno avvicinato una 65enne a passeggio su via roma; di maio è sceso dall’auto e le ha strappato la borsa dal braccio nonostante la donna avesse provato ad opporre resistenza. poi sono fuggiti in direzione di somma vesuviana. un passante ha però annotato la targa della loro auto ed ha chiamato il 112 fornendo quel dettaglio ai carabinieri. nel giro di pochi minuti i militari di ottaviano e di somma vesuviana hanno rintracciato i 3 a casa di improta: avevano appena parcheggiato la macchina e si erano rifugiati nell’abitazione barricandosi dentro. sfondata la porta, i militari li hanno arrestati. nel corso della perquisizione nell’abitazione hanno inoltre sequestrato una pistola revolver con matricola abrasa, 48 cartucce e un caricatore con 5 colpi, nascosti –forse da pochi minuti- sotto al cuscino del divano in soggiorno.in auto c’era la borsa rapinata alla donna. i 3 sono in carcere.

Procida: abusi in casa su una ragazzina. I Carabinieri della Stazione di Procida, nell’ambito di un’attività investigativa coordinata dalla IV Sezione della Procura della Repubblica di Napoli, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli nei confronti di un uomo del posto ritenuto responsabile di violenza sessuale aggravata e continuata. Vittima, all’interno delle mura domestiche, una minore di 14 anni. Il provvedimento restrittivo è estato emesso al termine di una delicata attività investigativa scaturita dopo la denuncia della giovane vittima che, fermamente intenzionata a porre fine ad una triste e lunga vicenda di abusi sessuali, a novembre aveva trovato il coraggio di rivolgersi ai Carabinieri di Procida supportata da personale dei Servizi Sociali. L’arrestato adesso è in carcere a Poggioreale.

Bacoli: vende abusivamente pane che tiene nel cofano. Carabinieri lo denunciano
un 51enne di bacoli è stato sorpreso dai carabinieri della locale stazione ad esporre in vendita, su via carannante, 60 chili di pane in cattivo stato di conservazione ed esposti a smog e intemperie; li teneva tra l’altro nel bagagliaio della sua auto.
l’uomo è stato denunciato per violazione delle norme che disciplinano l’igiene nella produzione e nella vendita degli alimenti.
il pane è stato sequestrato.

© Copyright 2019 redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti