Marano, festa patronale: il programma e tutto quel che c’è da sapere per l’evento di lunedì

0
2089

Lunedì 11 febbraio, per la solenne festa patronale, tornerà a Marano il cardinale Crescenzio Sepe che concelebrerà la messa delle ore 18:30 presso la parrocchia san Castrese, con tutti i sacerdoti della città. Ma il solenne rituale della ricorrenza avrà inizio alle ore 9:15 con il canto della Passio del XII secolo, seguito dalla santa Messa e, a partire dalle ore 10:00, con  la  processione del Santo Patrono  che effettuerà un lungo percorso cittadino: via Parrocchia, via Ferrigno, Piazzale Giovanni Paolo II, via Marano-Pianura fino al civico 98 e ritorno, via Marano Pianura, via Casa Baiano, via Roma, Piazza Plebiscito, corso Vittorio Emanuele, via Arbusto (INA casa) via Casalanno fino all’incrocio con  via del Mare e ritorno, via Casalanno, corso Vittorio Emanuele, piazza Spirito Santo, via Casa Giarrusso, via Padreterno fino al Centro Pastorale polivalente Casa della Gioia-breve sosta- via Antonio Gramsci, via san Rocco, corso Umberto,  via Cristoforo Colombo, via Tagliamento, via Piave, corso Mediterraneo, corso Umberto, via Vincenzo Merolla, corso Europa, via Giovanni Falcone, viale Duca D’Aosta, via Domenico Mallardo, via Campania, via Vallesana, via Domenico Di Somma, traversa Domenico Di Somma e ritorno, Piazza Giuseppe Garibaldi, via Nicolosi, via Ranucci, via IV Novembre, Piazza Trieste e Trento, via XXIV Maggio, Piazza Plebiscito, via Parrocchia.

Negli ultimi anni, la devozione al Patrono, un santo africano, vescovo e martire, giunto miracolosamente sulle coste campane nel IV secolo, dopo essere stato mandato alla deriva su un zatterone insieme ad almeno un’altra dozzina di vescovi dal re dei Vandali, Gianserico, registra una sempre maggiore incidenza sulla comunità maranese grazie anche alle iniziative che concorrono a perpetuare il culto di san Castrese oltre la platea parrocchiale. Anche quest’anno, infatti,  si svolgerà  la Peregrinatio Castrensis  ovvero la peregrinazione della sacra immagine del santo nelle parrocchie della città a cura della UCO san Castrese che riceverà il mandato durante la celebrazione  delle ore 12:15 di domenica 10 febbraio.

Queste le tappe del 2019 : il 16 febbraio  la sacra effigie sarà ospitata presso la parrocchia di san Rocco durante la messa con processione delle 18:30;  il 17 febbraio presso la parrocchia Spirito Santo durante la santa messa delle ore 12:00  ; il 23 febbraio sarà presso la parrocchia San Ludovico D’Angio per la messa delle 18:30; il 24 febbraio presso la parrocchia Annunziata per la santa messa delle ore 12:00; il 24 febbraio nella parrocchia Immacolata per la santa messa delle ore 18:00.

Il  tradizionale appuntamento con l’ottava di San Castrese si svolgerà domenica 17 febbraio  alle ore 18:30 presso la parrocchia san Castrese con la solenne celebrazione eucaristica  presieduta da don Ciro Russo, parroco della Comunità parrocchiale san Ludovico d’Angiò.  Al termine della celebrazione, alle ore 20:00  la sacra immagine del santo compirà una breve  processione che si snoderà da via Parrocchia, Piazza Plebiscito, via XXIV Maggio,Piazza Trieste e Trento, Via Annunziata, via Roma, Piazza Plebiscito, via Parrocchia, via Malizia (Ina Casa), via Parrocchia e si concluderà con  uno spettacolo di fuochi d’artificio. Alle ore 21:00, il canto del Te Deum,  la reposizione del Santo Patrono nella cappella dedicata e l’accensione della lampada votiva concluderanno il sacro rituale dei festeggiamenti.

 

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti