Clan Orlando, processo d’appello: chiesti quasi 300 anni di carcere

0
86 Visite

Clan Orlando, mano pesante del procuratore generale che in appello ha chiesto la conferma delle condanne di primo grado e la condanna per chi, in prima battuta, era stato assolto. Quasi 300 anni di carcere richiesti. Diciotto anni per Gaetano Orlando, 18 per Lorenzo Nuvoletta, 9 anni per Crescenzo Polverino e 12 per Raffaele Veccia. Tutti erano stati assolti in primo grado.

Le altre richieste: Mario Amitano (11 anni), Aniello Schiattarella (4 anni e 8 mesi), Pasquale Fabio Lucci (15 anni), Luigi Baiano (14 anni), Celestino Carbone (10 anni), Ciro Di Lanno (14 anni), Antonio Di Lanno (12 anni), Claudio Visconti (9 anni).

Per altri quindici imputati, attualmente detenuti, la pubblica accusa ha chiesto la conferma delle precedenti condanne: Angelo Orlando (18 anni), meglio noto come ‘o Malommo, Angelo Di Maro (16 anni), Salvatore Ruggiero (14 anni), Armando Lubrano (12 anni), Raffaele Orlando (12 anni), alias Papele, Vincenzo Lubrano (10 anni), Raffaele Lubrano (8 anni), Francesco Cincinnato (4 anni), Vincenzo Esposito (4 anni), Raffaele Carputo (4 anni), Angelo Orlando (3 anni e 4 mesi), Salvatore Aiello (2 anni e 8 mesi), Maria Rosaria Gagliano (2 anni e 8 mesi). Il raddoppio della pena, invece, è stato chiesto per Gennaro Sarappo (20 anni) e Mario Sarappo (12 anni).

La sentenza, dopo la replica delle difese, è prevista per la fine di febbraio o al massimo per l’inizio di marzo.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti