L’angolo della cazzimma. A Marano c’è un sindaco “ombra”: il tecnico-ammiraglio Giovanni Napoli da Pomigliano

0
3962

C’è un sindaco ombra a Marano. E il suo nome è noto a tutti: Giovanni Napoli, al secolo Gianni da Pomigliano d’Arco. Napoli, sbarcato a Marano una ventina d’anni fa (gestione “satrapista”) è l’uomo ovunque del Comune, il vero capo dell’ufficio tecnico comunale. Non c’è procedimento (a parte quelli urbanistici) che non passi al vaglio del super geometra, che ad oggi segue (come Rup) la bellezza di una sessantina (ma il numero è in difetto) di procedimenti amministrativi: rete idrica, scuole, strade, frane, pompe di sollevamento e lavori pubblici di varia natura. Il suo ufficio è più affollato di quello del vicepremier Di Maio, tra l’altro suo compaesano. Con l’uscita di scena del suo collega Squarzoni, fermo ai box causa incidente in moto, tornerà ad occuparsi anche delle manutenzioni. Un autentico “fenomeno” che negli anni ha avuto la capacità di farsi “volere bene” da sindaci, assessori e persino dai prefetti. A Marano ci sono i sindaci, oggi Visconti nel caso di specie, e poi c’è Giovanni Napoli, tecnico (ma il termine tecnico è certamente riduttivo viste le sue innate capacità “politiche) lodato, rispettato ma anche criticato, inviso, invidiato e contestato.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti