Estorsione ad un imprenditore di Marano: notificate ordinanze a due uomini degli Orlando

0
1829

I carabinieri di Castello di Cisterna hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a due affiliati al clan Orlando. Si tratta di Celestino De Fenza e Antonio Agrillo, già detenuti per altri reati. L’accusa è di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

I due, secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, coordinati dal pm antimafia Maria Di Mauro, avrebbero estorto denaro ad un imprenditore di Marano intento ad eseguire lavori di restyling ad un condominio ubicato a pochi passi dalla villa comunale del Ciaurro. I due sono stati inchiodati da alcune foto scattate da militari dell’Arma in borghese.

De Fenza, legato da vincoli di parentela con un noto boss dei Nuvoletta, fu arrestato qualche mese fa a Marano. Agrillo, invece, in una recente operazione eseguita dalla Dda di Napoli nel comune di Quarto.

L’indagine trae origine da servizi di osservazione che hanno consentito di documentare la consegna, dietro intimidazioni estorsive, di una somma di denaro agli indagati da parte di un imprenditore edile impegnato in lavori di ristrutturazione di un condominio.
Gli estorsori al fine di accertare il reale valore dei lavori da “tassare” in percentuale avevano persino convocato l’amministratore del condominio interessato.
I carabinieri delegati hanno effettuato minuziosi riscontri a supporto dei servizi di osservazione che, in uno alle attività tecniche, hanno portato il G.I.P. ad emettere dell’o.c.c. a loro carico.
Agrillo Antonio è ritenuto storico affiliato e parte integrante del clan degli “Orlando” come conferma anche il suo recente arresto per minacce aggravate ai danni di familiari di un collaboratore di giustizia per indurlo a ritrattare.

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti