Baby gang, ieri a Marano l’incontro con Maria Luisa Iavarone

0
814

Ieri nell’Aula Magna del Carlo Levi c’è stata la partecipazione della dottoressa Maria Luisa Iavarone, che da madre ferita, per l’agguato dei bulli al suo Arturo, è diventata testimone di legalità nelle scuole e tra i ragazzi di Napoli. Tante le tematiche affrontate come afferma il preside dell’Istituto, Francesco Porcelli: “Due ore di educazione civica, la cara educazione civica che è la regola del vivere civile, per il rispetto delle regole, delle leggi, degli obblighi e dei divieti ma soprattutto per interiorizzare il vero concetto di responsabilità”.

L’attenzione e la concentrazione dei ragazzi è stata intensa ma non sono mancati momenti di grande emozione. La dottoressa Iavarone ha spiegato: “E’ stata una bellissima esperienza al Liceo Carlo Levi di Marano, un dialogo serrato di oltre due ore con gli studenti, gli insegnanti, Don Luigi Merola, il sindaco Visconti, il tenente dei carabinieri e le autorità locali, un confronto intenso e commovente grazie alle suggestive immagini, ai filmati e video clip realizzati dagli studenti della scuola. Un grazie particolare alla professoressa Giuliana D’Orsi che ha tenuto la regia dell’incontro costruendo un terreno di sensibilità comune che ha reso intenso e struggente il dialogo”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti