Malazè: tutti gli eventi in settimana

0
232

Continuano anche durante la settimana le iniziative della XIII edizione di Malazè, l’evento archeoenogastronomico dei Campi Flegrei. Di seguito il programma.

Mercoledì 19

(ore 18,00): “Altofest tra socialità sperimentale e rigenerazione”. Conversazione con Anna Gesualdi e Giovanni Trono, curatori del festival. Residenza Storica Villa Avellino Via Carlo Rosini 21. Ingresso gratuito.

 Giovedì 20

(Ore 18) a Cappella, Monte di Procida, All’Agriturismo Don Salvatore c’è “Ave”, devozione, religione e ritualità territoriali in collaborazione con Ristorante Fefè, “Lo Zio Pazzo” e Cantine Matilde Zasso. Si inizia con la preparazione tradizionale delle conserve di pomodoro cannellino flegreo in passata e a “pacchetelle” con aperitivo e “assaggio devozionale”. A seguire cena. Ticket euro 35. Info: 329.9657837. (Ore 20) a Pozzuoli con Alma Eventi c’è “Metti una sera di fine estate in un mare di emozioni” con Angelo Carannante (Ristorante Caracol) Ciro Russo (Alma Eventi). È di scena “Tripudio al mare flegreo”. Il mare è una fonte di ricchezza inestimabile per i campi flegrei, con estrema cura e l’utilizzo di moderne tecniche di cucina porteremo la nostra terra in un piatto, abbinando birra e vino prodotti da mani sapienti e laboriose. Ticket: euro 50. Info: 081.19853695

Venerdì 21

(ore 18) a Pozzuoli, Maison Toledo,  “Il Tempo della Falanghina, tredici anni nel bicchiere” con Associazione Italiana Sommelier Napoli e Consorzio di Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri. Degustazione dell’annata 2005 della falanghina Campi Flegrei. Degustazione a cura di Tommaso Luongo, Franco De Luca e Ciro Verde. Partecipazione gratuita. Info: 335.6790897 .

(Ore 19) alla Residenza Storica Villa Avellino Via Carlo Rosini 21, Pozzuoli Note all’imbrunire a cura della Fondazione Pietà dè Turchini “In-Cantiamoci”, Coro di Voci bianche di San Rocco e Le Voci del 48. Il coro nasce nel 2017 dall’unione di due gruppi vocali preesistenti. Il primo è il “Coro di Voci Bianche di San Rocco”, creato nel 2015 nell’ambito del progetto “Liberi di Cantare”, promosso dalla Fondazione Pietà de’ Turchini per la valorizzazione della Chiesa di San Rocco a Chiaia. L’altra metà è costituita dal coro dei giovanissimi studenti del 48° Circolo Didattico Statale “Madre Claudia Russo” di Napoli, fortemente voluto dalla preside Rosa Seccia e punta di diamante dell’istituto, che opera in un territorio di frontiera come la periferia orientale del capoluogo campano. Ticket euro 5. 

(Ore 20) a Pozzuoli, all’Azienda Agrituristica Montespina c’è “Suoni Di…Vini Concerto in Vigna di gong e strumenti ancestrali con Antonella Notturno. Contatto con la natura i sapori enogastronomici nella terra flegrea, precisamente nel cuore dei Campi Flegrei, adiacente il Vulcano Solfatara, l’azienda offre un bagno di suono sotto le stelle, con gong planetari, sinfonici, nepalesi, campane tibetane ed altri strumenti ancestrali. Ticket euro 20. Info: 0815206719

 

Malazè si svolgerà tra il 15 e il 25 settembre. Per conoscere il programma completo e dettagliato: www.malaze.it Si consiglia di prenotare ogni singolo evento e di leggere il programma online.

Malazè è un evento organizzato dall’Associazione Campi Flegrei a Tavola.

Patrocini: Comune di Pozzuoli, Comune di Monte di Procida, Comune di Quarto, Parco Archeologico dei Campi Flegrei. In collaborazione con: Slow Food Campania, Slow Food Campi Flegrei, Slow Food Costiera Sorrentina e Capri, Oasi del Wwf – Riserva Naturale Statale Cratere degli Astroni, Ais Napoli, Consorzio per la Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri, CreActivitas – Creative Economy Lab, Aeroporto Internazionale di Capodichino, Fondazione Pietà de’ Turchini, Adi Delegazione Campania, Impresapesca Coldiretti, Pro Loco Città di Bacoli, Pro Loco Monte di Procida.

Malazè è il festival ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei che coinvolge i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli, mettendo in rete circa settanta associazioni e imprese. Molteplici iniziative in programma, all’interno di un viaggio ricco di itinerari tematici archeoenogastronomici (Mito, Storie, Gusto, Natura e Archeologia) disseminati all’interno di tre hub culturali (Castello di Baia, Cratere degli Astroni e Rione Terra) e sull’intero territorio flegreo. Un affascinante percorso per scoprire luoghi dalle tradizioni antichissime; si pensi soltanto alla coltivazione della vite che qui avviene ancora a piede franco. Questo grande contenitore di eventi, ideato da Rosario Mattera, è finalizzato alla promozione del patrimonio enologico e gastronomico locale, delle bellezze e delle proposte turistico-culturali di un’area della provincia di Napoli ancora poco nota al pubblico nazionale e internazionale, ma dall’incommensurabile patrimonio artistico, archeologico e ambientale. Anche il titolo del festival è fortemente radicato al territorio, il “malazzè” (magazzino-magazzeno) infatti, fino alla metà del secolo scorso, identificava quei locali a piano terra del borgo marinaro di Pozzuoli che venivano usati dai pescatori per ricoverare le loro barche e gli attrezzi per la pesca. Malazè negli anni è diventato un laboratorio diffuso di innovazione territoriale, dove si sperimentano e prendono forma nuovi percorsi di sviluppo a base creativa e culturale che combinano la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali con il food, il sociale, le tecnologie digitali, il design e il fare impresa. Una dimensione in cui si coniugano sviluppo, identità e sostenibilità.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti