De Laurentiis attacca: «I tifosi chiedono investimenti e poi comprano le magliette false»

0
786

Aurelio De Laurentiis va avanti per la sua strada. I tifosi del Napoli continuano ad invocare l’acquisto di un attaccante dopo la cessione di Inglese al Parma, ma il presidente ha ribadito anche a Ferragosto che non arriverà nessuno. “Abbiamo Mertens – ha detto a radio Kiss Kiss Italia – che ha fatto dimenticare Higuain nel ruolo di centravanti e poi c’è Milik: ha già segnato due gol. Belotti? Se lui vale 65 milioni, allora Inglese costa 85. Ha segnato 12 reti in campionato contro le 10 del capitano del Toro. Ho fatto bene a mandare Inglese in prestito, così fa bene e magari il suo valore aumenta”. Il presidente del Napoli non si cura del  malumore della piazza: “Se i tifosi vogliono contestare allo stadio perché non abbiamo preso i giocatori che volevano loro, lo facciano pure. A Napoli c’è la cultura del ‘pezzotto’. Il club deve spendere miliardi per acquistare, ma poi si comprano le magliette false e si spinge ai tornelli per far entrare quattro persone al posto di uno. Chi chiede un altro attaccante, non fa parte dei nostri 40 milioni di appassionati. Sarà qualche drogato o malato che si diverte a fare scommesse con gli amici sul mercato”. Diverso, invece, il discorso relativo al portiere. “Seguiamo Mignolet, Tatarusanu e Ochoa che però non prendo più perché è extra-comunitario. Ospina? Stiamo portando avanti la trattativa, ci sono ancora delle differenze, ma l’affare potrebbe andare in porto”.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti