Rifiuti, più poteri a De Luca: «Apriremo nuovi impianti»

0
248

Rifiuti, più poteri a De Luca: il consiglio regionale approva nella legge per la semplificazione i poteri straordinari alla Regione per realizzare gli impianti per la spazzatura. «Vogliamo collaborare con i Comuni non passarci sopra a carrarmato – dice il governatore – Dopo il no agli inceneritori, sugli impianti di compostaggio se c’è da fare qualche forzatura, la faremo».

La norma approvata ieri è articolata e prevede che gli impianti destinati ai rifiuti e le vie di fuga per le zone rosse del Vesuvio e dei Campi Flegrei diventino «opere di interesse strategico regionale». Su questi interventi la Regione convoca gli enti interessati in conferenze di servizio, lasciando la possibilità ai Comuni di motivare i dissensi in più step. Se dopo 60 giorni non si trova una soluzione condivisa, i progetti «strategici» vanno «all’esame della Giunta regionale che può comunque disporre l’approvazione del progetto motivandone la coerenza con la programmazione strategica regionale».

L’attenzione è sulla realizzazione degli impianti di compostaggio per il trattamento della frazione umida dei rifiuti, che sono la bandiera di qualsiasi politica ambientalista. Anche perché la Regione ha rinunciato a nuovi termovalorizzatori, che non sono sostenibili economicamente costando almeno 300 milioni. Gli impianti servono a dimostrare all’Unione Europea che la Campania lavora per evitare altri crisi e annullare la multa da 120mila euro al giorno che si continua a pagare per le varie emergenze del passato.

Il Mattino

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti