Hamsik e la Cina, De Laurentiis vuole 30 milioni

0
239
SPORT NAPOLI FROSINONE hamsik (RENATO ESPOSITO NEWFOTOSUD)

Il futuro di Marek Hamsik non è più un segreto, e se lo fosse sarebbe quello che a Napoli chiamano di Pulcinella. Sì, perché quello che oggi è il capitano degli azzurri, tra qualche settimana potrebbe ammainare la bandiera e consegnare la fascia sul braccio di Lorenzo Insigne. Parlare di mal di pancia – patologia diffusa nel calcio come la peste nella Milano dei Promessi Sposi – sarebbe ingiusto e frettoloso, visto che Marek ha fatto semplicemente presente al Napoli il suo personalissimo desiderio di cambiare aria, senza però alzare barricate e fare musi storti.

Nella cena di mercoledì sera a Roma c’era Marek (assistito dal suo entourage) e c’era lo stato maggiore del Napoli (De Laurentiis, Chiavelli e Giuntoli). Sul piatto – che nel caso di specie non era quello delle portate – la possibilità di lasciare Napoli per cercare altri stimoli altrove. È come se lo slovacco sentisse che il suo ciclo in azzurro si sia esaurito. D’altra parte in questa stagione la sua sostituzione a metà secondo tempo non era neanche più bancata dai bookmakers di tutto il mondo, perché diventata praticamente sistematica. Ma non solo. Pur giocando poco e segnando anche meno, Marek ha frantumato record che in azzurro duravano da anni. E allora il pensiero di cercare qualcosa di diverso ha iniziato a balenare sempre con maggiore frequenza.

Il Mattino

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti