Baby spacciatori a Napoli, il gip conferma: i genitori perdono la patria potestà.

0
358

Confermata la perdita della patria potestà per i genitori di sei bambini, tra gli otto e i dodici anni di età, che venivano utilizzati per confezionare e spacciare droga e che nel gennaio dello scorso anno, su disposizione del Tribunale dei minori, furono affidati a case famiglia. Lo ha deciso il gip del Tribunale di Napoli Federica Colucci, che ha accolto le richieste del pm della Dda Antonio D’Alessio a conclusione del processo con rito abbreviato nei confronti di presunti esponenti del clan Elia, attivo nella zona del Pallonetto di Santa Lucia, nel centro di Napoli.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti