Aiuti per i bisognosi a Melito, dal Comune pacchi alimentari per le famiglie indigenti

0
320
In Municipio, nonostante la forte affluenza, non si sono registrate code e difficoltà per la consegna dei viveri che avviene, secondo il calendario pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente, dalle 9,30 alle 12,30 da lunedì 12 marzo a giovedì 14 marzo.
“Quest’anno abbiamo deciso con convizione di aderire al progetto “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita”, che prevede la distribuzione mensile, in favore di 220 famiglie in condizioni di disagio socio-economico e ambientale, di alimenti di prima necessità – ha dichiarato il sindaco Antonio Amente – E’ questa l’ennesima dimostrazione della particolare attenzione che ha la mia amministrazione verso i concittadini meno abbienti. Una iniziativa che ha un’importanza particolare, considerato il momento di grosse difficoltà economiche in cui si trovano centinaia di genitori, impossibilitati di mettere il piatto in tavola e nutrire adeguatamente i propri figli”.
Possono accedere al suddetto beneficio i nuclei familiari e le persone sole, privi di reddito o con reddito insufficiente, che risiedono nel Comune di Melito, siano cittadini di stati aderenti e non aderenti all’Ue ma con permesso di soggiorno o carta di soggiorno (ai sensi del d.lgs. 286/98, così come modificato dalla Legge 30/07/2002 n.189) da almeno un anno; posseggono una dichiarazione ISEE, anno 2018 uguale o inferiore a 3.000 euro. Le famiglie interessate al beneficio del pacco alimentare possono presentare domanda utilizzando la modulistica disponibile presso l’Ufficio Politiche Sociali dell’Ente e/o scaricabile dal sito Istituzionale dell’Ente (www.servizi.comune.melito.na.it.) La domanda, corredata da tutti i documenti richiesti, deve pervenire all’Ufficio Protocollo generale del Comune.
Siamo molto soddisfatti per come stanno andando le cose in questi primi giorni di distribuzione. Era da tempo che decine e decine di cittadini chiedevano un aiuto dal Comune, ma le precedenti amministrazioni non hanno mai mostrato reale interesse, nonostante in diverse realtà vicine alla nostra già da tempo avevano puntato sul banco alimentare per dare respiro alle famiglie disagiate -ha aggiunto l’assessore ai Servizi Sociali Luciano Mottola – Abbiamo chiesto al responsabile del settore Politiche Sociali di qprestare particolare attenzione all’esame delle domande e stilare una graduatoria figlia dei criteri di valutazione dal Regolamento per l’accesso al sistema integrato locale dei servizi e degli interventi sociali e socio-sanitari dell’Ambito Territoriale N16. Qualora nei prossimi mesi il numero degli aventi diritto dovesse superare quello dei pacchi disponibili, sarà data precedenza a chi non ha ancora goduto del beneficio”.
© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti