Marano, uffici nel caos: il Comune chiederà funzionari o dirigenti in “prestito” alla Città Metropolitana

0
984

L’ufficio tecnico si è incartato tra mille vicende e rivoli e chi lo guida, Pasqualino Di Pace, non riesce a venirne a capo: Pip, cimitero, pratiche di condono, controlli ai supermercati e pratiche ordinarie; l’area amministrativa sconta l’assenza (prolungata) del dirigente De Biase; dall’Igiene Urbana tutti vogliono scappare e così all’Ente, che non è in condizione di assumere dirigenti senza il via libera ministeriale, non resta che chiedere “prestiti” ad altri enti pubblici. Ci proveranno, già a partire da oggi, con Città Metropolitana, alla quale il Comune si appellerà per ottenere uno o due dirigenti da inserire nel comparto tecnico (Urbanistica) e all’area Amministrativa.

Un “prestito” per pochi mesi, che non dovrebbe pertanto incassare dinieghi ministeriali. La situazione negli uffici, del resto, è quella che è: alcuni settori sono oberati di lavoro, in altri si fa poco o nulla e altri ancora sono senza guida. La rotazione negli uffici si è impantanata di nuovo, così come la riorganizzazione della struttura amministrativa. Per la gioia dei dipendenti scansafatiche o furbetti e di qualche funzionario a rischio spostamento.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti