Gomorra, la guerra non è finita: tornano Ciro e Genny

0
366

Davanti alla tomba di famiglia con scritto Savastano c’è il corpo senza vita di don Pietro in un lago di sangue. Così era finita, così ricomincia. Con la cesura fra passato e futuro, i giovani che uccidono i padri. Sempre più soli, i sopravvissuti alle guerre devono gestire le ferite e camminare sulle macerie di affetti perduti, tradimenti e lacrime. La terza stagione di Gomorra – La serie riparte dalla sete di vendetta e di potere e per la prima volta debutta non sul piccolo ma sul grande schermo, i primi episodi si potranno vedere al cinema, in oltre 300 sale con Sky e Vision Distribution, domani e mercoledì, poi su Sky Atlantic HD dal 17 novembre per dodici puntate.

“Gomorra è stato molto, è stato il racconto dei meccanismi di potere, e in questa terza stagione conosciamo le Scampia d’Europa, perché Gomorra interpreta la grammatica del potere e del profitto che appartengono alle periferie di tutto il mondo. Ma ‘illuminare’, così come ha fatto la serie, significa iniziare a conocere la strada della soluzione”. Così Roberto Saviano in un videomessaggio inviato alla conferenza stampa di presentazione della nuova stagione, a Roma, con i registi Claudio Cupellini e Francesca Comencini, lo stato maggiore di Sky, gli autori e i protagonisti più amati e più popolari, Marco D’Amore (Ciro di Marzio “l’Immortale”), Salvatore Esposito (Genny Savastano), Cristiana Dell’Anna (Patrizia) e Cristina Donadio (Scianèl), Ivana Lotito (Azzurra, la moglie di Genny), Fabio De Caro (Malamo’), Gianfranco Gallo (il padre di Azzurra) e due giovani new entry: Loris De Luna (Valerio, ragazzo della Napoli borghese affascinato dalla prospettiva di entrare nella partita) e Arturo Muselli che interpreta Enzo, capo di una nuova fazione che cercherà di prendersi il centro di Napoli. Perché la città diventa ancora più protagonista in questa stagione, in cui l’azione abbraccia anche il centro storico, Forcella, i Decumani e la Sanità, Posillipo e il Vomero.

© Copyright redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti