Marano, il Comune è in default ma i dipendenti continuano a percepire soldi (e che soldi) per progetti extra. Ecco quanto hanno guadagnato

0
3915
Una persona conta alcune banconote in una banca, Pisa, 15 maggio 2012. ANSA / FRANCO SILVI

E vai col tango! Per molti dipendenti comunali, quasi sempre gli stessi, al Comune è sempre festa, che vi sia una commissione straordinaria o la politica, che il comune sia in profondo rosso o sia in condizioni stabili (ma non lo è mai stato).

Tra progetti per il recupero Ici (va avanti da anni e anni) e progetti interni per il condono edilizio, ci sono dipendenti – per attività considerate non ordinarie (e chissà perché!)- che portano a casa migliaia di euro l’anno. Soldi extra stipendio. Vengono liquidati senza alcun tentennamento, mentre il Comune fa il “pidocchioso” con fornitori, ditte, avvocati e residenti che hanno vinto cause contro l’ente o che attendono da tempo immemore di essere pagati.

Loro no, gli “intoccabili” del Comune, quelli dell’area tributi, ragioneria, personale, contabilità e chi più ne ha più ne metta, non attendono: tutto e subito. Il prefetto Reppucci se va in giro, con il suo abituale  mantra a raccontare a tutti che non ci sono soldi: per le fogne, le scuole, le vasche idriche, le strade, i lampioni della luce e quant’altro. Non c’è niente per nessuno, i soldi ci sono solo per i dipendenti del Comune più “efficiente” della Campania.

E allora, come accaduto già in passato e senza in alcun modo volerli colpevolizzare (la colpa non è certo loro se la giunta Liccardo prima e le commissioni prefettizie subentrate in seguito hanno avviato e avallato tutto ciò), vediamo nel dettaglio quanto hanno incassato o incasseranno a giorni i dipendenti coinvolti nei due progetti.

Progetto triennale per il recupero Ici (nel giro di tre anni hanno portato a casa gruzzoletti di non poco conto). Attività prodotta: sei mila avvisi di accertamento; incasso ad oggi: 559mila 159 euro.

Paolo D’Auria (responsabile): 4132 euro; Gilda David 1500 euro; Elvira Scarpato 3512 euro; Fedele Pommella 650 euro; Mario Scarpato 2050 euro; Luigi Botta 1650 euro; Maddalena De Sica 2050 euro; Teresa Topo 2050 euro; Emilia Liccardi 2050 euro; Alfredo Tammaro 500 euro; Mario Gala 1690 euro; Antonio Russo 1690 euro; Longobardi Rosa 1690 euro; Ferdinando Ciaramella 704 euro; Matteo Morra 650 euro; Assunta Mercorio 650 euro; Rita Sena 883 euro; Michele Gragnaniello 1000 euro; Paolo Daniele 2050 euro; Massimo Squarzoni 1000 euro; Mario Longobardi 1690 euro; Renato Spedaliere 1500 euro; Rosa Marra 1690 euro; Antonio Ruggiero 500 euro.

Progetto condono edilizio, che vede interessati sia alcuni dipendenti dell’ufficio tecnico sia di altri comparti.

I lavori svolti nel 2016 hanno consentito di incassare 583 mila 987 euro, oneri relativi ai permessi in sanatoria già incassati, ai quali vanno aggiunti 96 mila euro per oblazioni rideterminate ed incassate. Nel 2016 sono stati accertati altri 249 mila euro per oneri di condono e 63 mila euro per diritti di istruttoria già incassati. Anche per queste attività, ritenute non ordinarie,sono state ripartite le seguenti somme ai dipendenti comunali.

Paola Cerotto: 4588,50 euro; Giovanni Silvestri 3415,50; Tommasino Galluccio 4140 euro; Massimiliano Squarzoni 6210 euro; Teresa Visone 1759 euro; Maria Rosaria Passaretti 1759 euro, Franco Pellecchia 2150 euro; Ferdinando Ciaramella 1368, 55 euro; Ciro Bosco 977 euro; Ciro D’Auria 977 euro; Domenico De Falco 2150 euro; Ernesto Di Palma 2150 euro; Carmine Astarita 391 euro; Flora Principe 391 euro; Tete Grazia 391 euro; Antonio Ruggiero 1173 euro; Lucia Spinosa 1368, 55 euro; Gennaro Sozio 391 euro; Sabatino Del Prete 20150 euro.

E ancora: pratiche ambientali. Paola Cerotto: 3070 euro; Gianni Silvestri 5427 euro; Tommasino Galluccio 542 euro; Massimiliano Squarzoni 1085,40 euro; Gianluca Buonocore 3088, 80 euro; Ciro Bosco 450 euro; Ciro D’Auria 450 euro; Teresa Visone 810 euro; Rosaria Passaretti 810 euro; Sabatino Del Prete 990 euro; Franco Pellecchia 990 euro; Ferdinando Ciaramella 630 euro; Lucia Spinosa 630 euro; Ernesto Di Palma 990 euro; Domenico De Falco 990 euro; Carmine Astarita 180 euro; Flora Principe 180 euro; Gennaro Sozio 180 euro;

© Copyright Fernando Bocchetti, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti