La ricetta del giorno. Il liquore dolce di finocchio selvatico

0
9743

Ultime passeggiate in questo settembre assolato e terso, lungo i sentieri dolci del Cilento antico, per i viottoli solcati dalla roccia sedimentaria, arcaica stratificazione di ere geologiche delle origini. Il rosso, il grigio, il giallo ambra delle striature rocciose ci ricordano il tempo, l’avvicendarsi degli anni e il ritorno delle stagioni, l’immobilità e il continuo cambiamento di questi luoghi, in cui si fa sempre in tempo a ritrovare una secolare, perenne quercia di sughero, mentre si scopre con piacere la nascita di un nuovo cespuglio di ginepro, la crescita di una pianta di rosmarino fattasi più rigogliosa. Qui, tra la vegetazione florida, la pianta del finocchietto selvatico si erge solo apparentemente fragile e macchia di giallo i bordi dei sentieri, attirando api e calabroni. A fine estate questi fiori spontanei possono essere l’ingrediente di un liquore ottimo da consumare nelle sere invernali, freddo o a temperatura ambiente. Ecco come si fa:

Ingredienti

1 grosso mazzo di fiori di campo di finocchietto selvatico

1 litro di alcol puro

1 litro di acqua

750 gr di zucchero

Preparazione

I fiori di finocchietto, appena raccolti, vanno distesi su una tovaglia senza lavarli, poiché i piccoli insetti che potrebbero essere nascosti tra i petali minuscoli possono diventare ben visibili ed essere rimossi. In seguito in un grosso barattolo di vetro si lasciano a macerare i fiori nell’alcol per 2 settimane circa. Alla fine del periodo di macerazione si prepara uno sciroppo di acqua e zucchero che va fatto bollire per 10 minuti e poi lasciato raffreddare. A questo punto il liquido di macerazione, filtrato con un colino, va mescolato con lo sciroppo e il tutto va distribuito in bottiglie da liquore, attraverso un nuovo filtraggio con apposita garza per alimenti e imbuto. Dopo un periodo di “maturazione” di circa 1 mese il liquore, con il suo inconfondibile aroma e colore verde intenso, può essere consumato.

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
Condividi il tuo voto!


Dopo aver letto questo articolo mi sento...
  • Affascinato
  • Felice
  • Triste
  • Arrabbiato
  • Annoiato
  • Impaurito

Commenti