Napoli e provincia, gli arresti eseguiti dai carabinieri. A Miano tre pitbull con le orecchie mozzate, denunciati i proprietari

0
127 Visite
Napoli, miano – secondigliano: in un box carabinieri trovano 3 pitbull con le orecchie mozzate. Flaconi di medicinali e manicotti per l’addestramento. A secondigliano 31 gatti in casa in precarie condizioni igieniche. 5 denunciati dai carabinieri per maltrattamento di animali
Due i controlli svolti dalla stazione carabinieri di secondigliano insieme a guardie zoofile dell’e.n.p.a. Contro il maltrattamento di animali.
5 le persone denunciate.
Alla masseria cardone, in un box artigianale collocato nell’area comune di un condominio, i cc hanno trovato 3 pitbull, di cui 2 privi di microchip. Il box era in condizioni igienico – sanitarie pessime; per giunta nel corso dell’ispezione dei luoghi sono stati rinvenuti flaconi di vitamine, metabolizzanti ed energizzanti, farmaci comunemente somministrati per aumentare la massa muscolare degli animali.
Le pertinenze dell’abitazione venivano chiaramente utilizzate come campo d’addestramento: lo testimoniano manicotti attaccati ai rami degli alberi, i guinzagli e le orecchie mozzate ai poveri animali.
I proprietari del box sono stati denunciati: sono il padre 52enne, la madre 48enne e il figlio 22enne, tutti di miano e ritenuti contigui al clan “licciardi”.
Il box è stato posto sotto sequestro, anche alla luce del carattere abusivo della struttura.
A secondigliano invece un 58enne e la sua convivente 52enne vivevano in un  monolocale -originariamente adibito a deposito- privo di elettricità e di acqua corrente, fatiscente e saturo di rifiuti. Insieme a loro, 31 gatti di cui molti in precario stato di salute. In questo caso i militari hanno anche attivato i servizi sociali, nonché l’a.s.l. “napoli – nord”.
Tutti gli animali sono stati sequestrati e affidati a una ditta convenzionata.

Napoli, quartiere barra: non rispetta i domiciliari, carabinieri lo traducono a poggioreale
Era ai domiciliari, ma ne era evaso nel febbraio scorso. Questo gli è costato l’aggravamento della misura e la custodia in carcere.
Enzo paladino, 41enne, di barra, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di barra in  esecuzione di un’ordinanza di custodia in carcere emessa dalla corte di appello di napoli.
Al termine delle formalità negli uffici del comando è stato tradotto a poggioreale.

Arpino di casoria: carabinieri eseguono arresti a carico di una 50enne per truffe, ricettazione e falso tra napoli e la lombardia e di un 38enne per scarico di rifiuti ferrosi in strada
Ben 9 anni e 11 mesi di carcere per anna quinzio, 50enne, di casoria, già nota alle ff.oo. Per truffa, ricettazione, riciclaggio e falso.
È ritenuta responsabile di decine di truffe consumate tra il napoletano e il nord italia usando assegni falsi o documenti d’identità con la propria fotografia ma le generalità di persone diverse. Possedeva e fabbricava documenti falsi, utilizzava fraudolentemente carte di credito e pagava con assegni rubati o smarriti.
È stata arrestata dai cc della stazione di arpino, su ordine di carcerazione della procura di milano e dopo le formalità di rito è stata tradotta al carcere di pozzuoli.
Arrestato su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa  dalla procura della repubblica di napoli ciro mazzone, 38enne, di casoria, già noto alle ff.oo. Dovrà espiare più di 5 mesi di reclusione per violazione alle leggi speciali sui rifiuti.
Nel novembre 2009 era stato colto a scaricare “rifiuti pericolosi speciali ingombranti” (ferrosi) in pubblica via, a napoli.
Terminate le formalità di rito è stato tradotto in carcere a poggioreale.

Portici: sfruttando il corso fanno la spola con napoli per rapinare scooter. Rapina sventata dai carabinieri
Ai carabinieri dell’aliquota operativa di torre del greco hanno segnalato che nei pressi di piazza san ciro gravitavano due ragazzi in sella a un aprilia rs, armati.
Era verosimile il loro intento di individuare l’obiettivo per una rapina, così i cc hanno raggiunto velocemente la zona e si sono dati alle ricerche per evitare che l’intenzione venisse concretizzata.
Col supporto del radiomobile di torre del greco hanno individuato arcangelo cimminiello, 19enne e antonio grippo, 20enne, entrambi di san giovanni a teduccio e già noti alle ff.oo. Mentre lungo il corso garibaldi di portici stavano per affiancare un honda sh.
I cc li hanno bloccati, nonostante avessero tentato di fuggire. Sono stati arrestati in  flagranza per resistenza a pubblico ufficiale in concorso.
I due sono in attesa del rito direttissimo.

Ercolano: aggravati gli aadd, i carabinieri lo riportano in carcere
Agli aadd per una rapina impropria commessa a pozzuoli nel maggio 2015, gianluca toscano, 20enne, del luogo, è stato arrestato dai cc della tenenza di ercolano in esecuzione di ordinanza di aggravamento emessa dal tribunale di napoli. Il provvedimento scatta a seguito di ripetute violazioni degli obblighi che gli erano stati imposti quando venne posto ai domiciliari.
Dopo le formalità è stato tradotto nel carcere di poggioreale.

Poggiomarino: destinatario di o.c. Per violenza sessuale, irreperibile da mesi. Trovato dai carabinieri e arrestato
Dopo due mesi di irreperibilità i carabinieri dell’aliquota radiomobile di torre annunziata durante un servizio di controllo del territorio hanno catturato un 36enne, originario del marocco, ma residente a poggiomarino, già noto alle ff.oo.
I carabinieri lo hanno individuato su via turati e hanno provveduto immediatamente a bloccarlo perché sul 36enne pendeva un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di torre annunziata.
Dopo le formalità lo hanno tradotto nel carcere di poggioreale ove dovrà scontare 5 anni di reclusione per violenza sessuale commessa nel marzo 2012 a poggiomarino.

© Copyright Redazione, Riproduzione Riservata. Scritto per: TERRANOSTRA | NEWS
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid

Commenti